Risultati Stagione 2010-2011 – Agonismo

Paolo Braida – Coach Agonismo

SILVER SKIFF
La stagione 2011 è ripartita, come di consueto, dalla nostra gara di casa dove la squadra agonistica si è presentata al via con 9 atleti.
Il miglior tempo assoluto tra i nostri ragazzi è stato segnato da Federico Ricchiardi con il tempo di 44’40” che gli è valso il 36° posto assoluto e il 5° tra gli Junior, seguito da Guido Gravina in 44’51” (41° assoluto – 8° Junior) e da Michele Ricco in 45’20” (54° assoluto – 13° PL).
Da sottolineare l’ottimo inserimento tra gli atleti dell’inossidabile Romano Uberti con il tempo di 45’34” vincitore di categoria (64° assoluto).
A seguire tutti gli altri partecipanti:
Luca Lovisolo in 45’40” (70° assoluto – 5° Ragazzi);
Teli Vilhem in 46’08” (85° assoluto – 21° Junior);
Giacosa Emanuele in 46’49” (113° assoluto – 14° Ragazzi);
Magni Alessandro in 46’51” (116° assoluto – 28° Junior);
Serralunga Vittorio in 47’27” (146° assoluto – 22° Ragazzi);
Giacosa Matteo in 47’58” (172° assoluto – 37° Junior).

Per il secondo anno consecutivo, purtroppo, non siamo riusciti a cogliere una medaglia nelle categorie agonistiche (l’ultima risale al 2008 – argento di Ricchiardi nella categoria Ragazzi). Sicuramente influisce il fatto di essersi concentrati negli ultimi anni nelle specialità di punta, scelta che ha fruttato alla Cerea 6 bronzi e 2 argenti ai Campionati Italiani e 2 ori alla Coupe de la Jeunesse dal 2008 ad oggi. Ci aspettavamo forse qualcosa di più dal nostro singolista “ufficiale”, Luca Lovisolo, dopo il buon risultato ottenuto ai Campionati Italiani Ragazzi di Giugno (8° posto) però la lunga e meritata sosta dopo una stagione interminabile ed impegnativa per un ragazzo così giovane ha sicuramente influito negativamente sul risultato finale tenendolo lontano dalle medaglie.
Siamo però sicuri che nella prossima edizione saprà rifarsi e partirà tra i favoriti.

GRAN FONDO DI VARESE
Il campionato di Gran Fondo cambia forma e da quest’anno si articola su 7 prove distribuite su un arco di tempo decisamente lungo: da Novembre 2010 a Dicembre 2011.
La prima prova, quella di Varese, ha visto gareggiare gli atleti delle categorie agonistiche nelle specialità delle barche corte: 1x e 2-.
La Cerea si è nuovamente presentata al via con 9 atleti.

IL GIALLO DEL DUE SENZA
Gara con finale a sorpresa quella del 2- Ragazzi che vedeva impegnati i nostri Emanuele Giacosa e Vittorio Serralunga.
Al termine dei 6000m metri di gara il nostro equipaggio tagliava per primo il traguardo con un esiguo margine
di vantaggio sulla coppia della Lario; consapevoli di aver fatto un’ottima gara i ragazzi attendevano fiduciosi
l’uscita dei risultati ufficiali seppur con una lieve apprensione dovuta alla vicinanza dell’altro equipaggio.
Con lo stupore di tutti ci comunicano che i nostri atleti sono giunti secondi, non dietro all’equipaggio della Lario (battuto di 1.5 secondi) bensì sopravanzati da un equipaggio fantasma della Limite che, a detta dei giudici,
aveva tagliato il traguardo fuori-campo addirittura 11 secondi prima!
A nulla sono valse le nostre rimostranze e quelle della Lario presentate al Presidente di Giuria e il risultato è stato infine confermato. Giacosa-Serralunga (2- R Cerea): argento (tempo 24’47”).

SINGOLO: CONFERMA E RISCOSSA
Nella gara del singolo la conferma arriva da Federico Ricchiardi giunto nuovamente 5° nella categoria Junior vincendo la propria serie e bissando il risultato della Silver Skiff (tempo 25’41”).
La riscossa è firmata,invece, da Luca Lovisolo. Il risultato della settimana precedente alla Silver Skiff stava un po’ stretto al nostro atleta così, anziché testarlo insieme al compagno Serralunga nel 2-, ho voluto dargli la possibilità di riscattarsi nel singolo.
La mia fiducia è stata ben riposta visto l’ottimo risultato ottenuto: primo nella propria serie e secondo assoluto
dietro a Davide Mumolo, campione italiano e riserva ai Mondiali Junior in 1x (tempo 26’12”).
Gli altri risultati, invece, non sono stati particolarmente esaltanti a dimostrazione del fatto che il gruppo Senior si è un po’ adagiato dopo le belle prestazioni della stagione 2010:
(2- Senior) Mazzoli-Bertolino 9° (tempo 25’59’’); _ 2- Junior)
Magni-Teli 8° (tempo 25’59’’); _ 1x Junior) Giacosa M. (tempo 27’11’’).

GRAN FONDO DI PISA
Altra novità del Campionato Italiano di Gran Fondo è data dal nuovo campo di gara della tappa di Pisa.
Quest’anno, infatti, non si è più gareggiato sull’imprevedibile tracciato del fiume Arno bensì sul Canale dei Navicelli, strettissimo rettilineo di 6000m nella zona della Darsena pisana.
Visto il suddetto “abbattimento” del settore senior della nostra squadra agonistica e complici impegni universitari e scolastici di alcuni atleti ci siamo presentati all’appuntamento con un solo equipaggio: il 4- Junior formato da Emanuele Giacosa-Vittorio Serralunga-Luca Lovisolo-Matteo Giacosa.
L’obiettivo era testare in una competizione nazionale l’equipaggio che presenteremo ai Campionati Italiani di Giugno.
L’assenza all’ultimo minuto dell’equipaggio favorito della Canottieri Firenze faceva ben sperare per un risultato di rilievo e la presenza del 4- Piemontese ha dato ai ragazzi quella spinta motivazionale che li ha portati a vincere un argento dietro l’Aniene e davanti alla Tevere Remo (tempo 21’48’’).

GRAN FONDO DI TORINO – INVERNO SUL PO
Il weekend di gare dell’appuntamento torinese è, come da tradizione, diviso in due giorni: il sabato si gareggia sulle barche corte (1x, 2-, 2x), la domenica sulle ammiraglie (4x e 8+).
Ad inizio stagione questo sarebbe dovuto essere un punto di passaggio importante per il nostro 8+PL, medaglia di bronzo la passata stagione, in vista dei successivi meeting nazionali e dei campionati italiani di giugno.
Purtroppo, come già detto, il nostro settore Senior quest’anno stenta a ripartire per diversi motivi: lavorativi, di studio e motivazionali. Ad eccezion fatta per Guido Gravina e Michele Ricco che invece si stanno impegnando in modo serio e continuativo.
Questa è la ragione per la quale quest’anno abbiamo dato maggiore importanza alle gare di sabato rispetto a quelle della domenica. E nelle barche corte, infatti, i risultati non sono mancati; a partire dal 2- Ragazzi di Serralunga-Lovisolo che ha sbaragliato la concorrenza nella propria categoria e che in quella Junior avrebbe dato del filo da torcere ai vincitori della canottieri Firenze con a bordo Bernardo Nannini, medaglia di bronzo ai Mondiali Junior nell’8+ e partecipante alle Olimpiadi Giovanili di Singapore nel 2- (tempo 20’07”).
Un’altra medaglia è giunta dai sopracitati Gravina e Ricco nel 2- Senior, anche se tutti l’avremmo preferita di un altro colore: bronzo per noi, argento per l’Armida (tempo 19’30”). Il “motore” funziona bene, ora bisognerà lavorare seriamente sulla tecnica per trasformare tutta la potenza fisica in velocità dell’imbarcazione.
Ancora una medaglia è arrivata dalla specialità del 2 senza, questa volta nella categoria Junior dove i fratelli Giacosa, Emanuele e Matteo, hanno conquistato la medaglia di bronzo andando ad insidiare l’argento del misto
Caprera-Cus Torino (tempo 20’22”).
Anche questa volta i due fratelli hanno dimostrato il proprio valore e hanno messo in difficoltà le scelte del Commissario Tecnico Regionale nella composizione di equipaggi piemontesi per le gare internazionali di Amsterdam e Lucerna.
Un altro risultato di rilievo è stato il secondo posto di Riccardo Lovisolo nel singolo Ragazzi (tempo 21’40”); il nostro nuovo acquisto, proveniente dalla Canottieri Armida, appena entrato a far parte della squadra agonistica
ha subito dimostrato di essere una persona tenace e seria e il risultato di sabato lo premia per la caparbietà con la quale ha affrontato gli allenamenti e la gara. Complimenti!
Buon 5° posto nel singolo Senior per Willy Teli (tempo 21’25”) che riscatta parzialmente la brutta figura di Varese e altrettanto buono il 5° posto del 2x Ragazzi di Cappelli-Italiano (tempo 20’34”).
Opaco 7° posto per la nuova coppia Magni-Bertolino (tempo 20’13”). C’è
da dire che entrambi gli atleti, con questa nuova formazione, hanno migliorato la propria prestazione di Varese.
Quello che manca attualmente ai due ragazzi è l’entusiasmo, spero possano ritrovarlo presto perchè le doti fisiche
e tecniche a loro non mancano di certo. Coraggio!
Unica nota positiva della domenica è la vittoria dei nostri Serralunga e Lovisolo a bordo del 4x Ragazzi della Federazione Italiana Canottaggio (inseriti nel Progetto Giovani) in qualità, rispettivamente, di capovoga e prodiere.
Bissano così il successo del sabato, segnando nuovamente il secondo tempo tra gli Junior.
Ora Claudio Romagnoli, allenatore della Nazionale Junior, sa che potrà contare in futuro sui nostri ragazzi e chissà che la convocazione per i Mondiali non arrivi già quest’anno.
Le nostre due ammiraglie, l’8+ Ragazzi e quello Senior, devono accontentarsi rispettivamente del 6° e del 7° posto di categoria.
Mentre per i più giovani la gara di Torino rappresenta il punto di partenza di un progetto che, passando per i campionati italiani di quest’anno, dovrebbe portarci ad avere un equipaggio competitivo nella prossima stagione.
I Senior avrebbero dovuto migliorare o almeno confermare le buone impressioni dello scorso anno; purtroppo devo constatare che in questo momento solo il 50% dell’equipaggio è seriamente motivato a proseguire sulla linea tracciata lo scorso anno e vedo quindi allontanarsi la possibilità di ripresentare un 8+ Pesi Leggeri di alto valore ai prossimi campionati italiani.

RISULTATI CADETTI-PREAGONISTI
KINDER SKIFF
Pietro Cappelli 4° assoluto;
Feneziani Amedeo 23° assoluto;
Morra Gabriele 32° assoluto;
Zanin Leonardo 37° assoluto.

GRAN FONDO DI VARESE
4x Cadetti (Cappelli-Feneziani-Marin-Morra): medaglia di bronzo.

GRAN FONDO DI TORINO
2x Ragazzi (Morra-Zanin): 10° posto (tempo 21’02”); 1x Ragazzi
(Feneziani): 12° posto (tempo 23’10”).

Pubblicato in Agonismo